26 marzo 2017

Coltiva

Non cercare la compagnia
di chi è sviato
guardati da chi si è guastato.
Cerca e gioisci della compagnia
di amici fidati sulla Via
di chi la visione profonda difende.

La mente è come l’acqua; prende la forma di ciò che la contiene. Così con questi versi veniamo incoraggiati a osservare quale compagnia frequentiamo e a riflettere su come ne siamo influenzati. Che rapporto abbiamo con le nostre amicizie e i nostri amici con noi?

Coltivare questa consapevolezza ci aiuta a valutare la vera amicizia, per esempio le relazioni con chi sostiene le nostre aspirazioni a vivere nella verità. Noi vorremo naturalmente proteggerli e nutrirli e non darli per scontati. Poiché apprezziamo sinceramente questi compagni non aspettiamo di essere in difficoltà per fargli sapere cosa significhino per noi. E le buone amicizie possono essere coltivate. Il Buddha elencò una serie di caratteristiche che fanno un buon amico. Sottolineò come un vero amico sarà disponibile per noi sia nei momenti sereni che in quelli difficili; non scomparirà quando noi non siamo più l’anima della festa.

Un vero amico è presente per noi se ci capita una sventura e ci protegge quando siamo vulnerabili. Un amico ci dà sicurezza quando abbiamo paura. Quando investiamo di consapevolezza le nostre relazioni, è saggio considerare anche quanto siamo a nostra volta amichevoli con gli altri.

Sconosciuto

0 commenti:

Posta un commento