29 novembre 2015

Due soldi

Chi sostiene che l’arte non è un lavoro ha un idea falsata dei meccanismi non tangibili di un artista. Per scherzare, ma mica molto, su quanto costa una singola poesia: come minimo dieci sigarette, per chi fuma, un bicchiere buono di qualcosa, per chi usa bere e scrivere, l’energia elettrica per chi non usa più le candele, la penna, magari quella la rubi o l’hai presa per sbaglio da qualcuno, se vuoi scrivere buona poesia devi comprare e leggere o noleggiare molto libri di poesia, fare esperienze di vita come i viaggi e le scampagnate con gli amici, se sei un acuto osservatore hai bisogno di un buon oculista e quelli sono soldi, buona musica magari, ma per quello c’è youtube, se invece ti piacciono i vinili quelli costano… quindi quanto costa una poesia? Per Ungaretti quanto costava accendere una candela e scrivere al fronte? La vita? due soldi?

Alessandro Burbank

0 commenti:

Posta un commento