24 maggio 2015

Molte volte

Ma molte volte, diventato ormai uomo maturo, molte volte ho pensato se fosse mai possibile, fra le possibilità delle cose occulte, che quella improvvisa temerità della bimba, e quel selvaggio suo sguardo rivolto al mare lontano fossero gli indizi di una misericordiosa attrazione verso il pericolo, di un invito del padre defunto, di un misterioso desiderio che la vita di lei potesse finire in quel giorno. E c’è stato un momento in cui mi sono chiesto: «Se la futura vita di lei mi fosse apparsa come in un’improvvisa visione, apparsa in modo pienamente comprensibile ad un fanciullo, e se la sua salvezza fosse dipesa da un cenno della mia mano, avrei fatto quel cenno?» C’è stato un momento – non dico che sia durato a lungo, ma c’è stato, – in cui mi son rivolto la domanda: «Sarebbe stato un bene per la Miliuccia se le acque, quella mattina, le si fossero chiuse sopra il capo mentre io stavo a guardarla?», un momento in cui ho dovuto rispondere a me stesso: «Sì, sarebbe stato un bene».

— Charles Dickens, David Copperfield

0 commenti:

Posta un commento