22 maggio 2015

Spesso...

Spesso la gente pensa che se hai una storia triste alle spalle, tu debba essere per forza una persona triste.
E’ esattamente il contrario: non si diventa tristi - sebbene certe malinconie e certi dolori siano tatuaggi indelebili e fedeli compagni di vita - no, non si è persone tristi ma - ed è una grande differenza- persone che conoscono il valore della felicità.
E non la prendono con leggerezza.
Sanno che la felicità non è frequente, né effimera, né scontata ma si guadagna ad attimi che sono come respiri; danno peso ad un gesto, una parola, un’attenzione e ne sono riconoscenti.
Non si lasciano sfuggire la bellezza delle piccole cose, colgono ogni espressione, nulla è dato per scontato.
E sono i custodi di uno dei doni umanamente più preziosi e rari che esistano: l’empatia.

— Carolina Turroni

0 commenti:

Posta un commento