9 agosto 2015

Dichiarazione dei diritti in Internet 9/18

Art. 6.

(Diritto all’autodeterminazione informativa).

1. Ogni persona ha diritto di accedere ai propri dati, quale che sia il soggetto che li detiene e il luogo dove sono conservati, per chiederne l’integrazione, la rettifica, la cancellazione secondo le modalità previste dalla legge. Ogni persona ha diritto di conoscere le modalità tecniche di trattamento dei dati che la riguardano.
2. La raccolta e la conservazione dei dati devono essere limitate al tempo necessario, rispettando in ogni caso i principi di finalità e di proporzionalità e il diritto all’autodeterminazione della persona interessata.

Commento all'articolo

Dopo Snowden e il Datagate il termine privacy ha assunto una connotazione più profonda. L’articolo quindi mette assieme sia i temi della conservazione e della profilazione, sia la raccolta dei dati di massa, che deve essere limitata allo stretto necessario, nel rispetto dei principi di finalità e proporzionalità.

0 commenti:

Posta un commento