27 settembre 2015

Settembre

– Preferite, fra i mesi neutri, l'aprile o il settembre?
– Il settembre. È più feminino, più discreto, più misterioso. Pare una primavera veduta in un sogno. Tutte le piante, perdendo lentamente la forza, perdono anche qualche parte della loro realtà. Guardate il mare, là giù. Non dà imagine d'un'atmosfera piuttosto che d'una massa d'acqua? Mai, come nel settembre, le alleanze del cielo e del mare sono mistiche e profonde. E la terra? Non so perché, guardando un paese, di questo tempo, penso sempre a una bella donna che abbia partorito e che si riposi in un letto bianco, sorridendo d'un sorriso attonito, pallido, inestinguibile. È un'impressione giusta? C'è qualche cosa dello stupire e della beatitudine puerperale in una campagna di settembre.

— Donna Maria e Andrea Sperelli nel Piacere di Gabriele D’Annunzio

0 commenti:

Posta un commento