30 gennaio 2016

Cesare Pavese

il sabato poesia

da Luna d'agosto

Al di là delle gialle colline c'è il mare
al di là delle nubi. Ma giornate tremende
di colline ondeggianti e crepitanti nel cielo
si frammettono prima del mare. Quassù c'è l'ulivo
con la pozza dell'acqua che non basta a specchiarsi,
e le stoppie, le stoppie, che non cessano mai.

0 commenti:

Posta un commento