6 marzo 2016

De brevitate vitae

La maggior parte degli uomini, Paolino, si lamenta dell'ingenerosità della natura, poiché veniamo al mondo destinati a vita breve, perché questi spazi di tempo che ci sono stati concessi se ne vanno via tanto velocemente, tanto vorticosamente che, esclusi pochissimi, tutti gli altri la vita li abbandona proprio mentre si preparano a vivere. […] Non abbiamo a disposizione poco tempo, ma molto l'abbiamo già perso. La vita sarebbe lunga a sufficienza e, a impiegarla bene tutta quanta, ci è stata elargita in abbondanza per il compimento delle cose più importanti; ma laddove si disperde nello spreco e nella negligenza, laddove non viene dedicata ad alcuna attività meritevole, solo alla fine e per cause di forza maggiore percepiamo che è già trascorsa del tutto mentre non abbiamo capito che se ne stava andando.

— Seneca

0 commenti:

Posta un commento