17 aprile 2016

Buonanotte del 17 aprile 2016

Nel cervello c’è una zona speciale che potremmo chiamare memoria poetica che registra tutto quello che ci affascina o ci commuove, cioè che rende bella la nostra vita.

— L’insostenibile leggerezza dell’essere, Milan Kundera 

0 commenti:

Posta un commento