17 giugno 2016

Le nuvole

O mostratemi una cosa al mondo che sia più bella delle nuvole! […] Si librano fra il cielo di Dio e la povera terra come belle similitudini dell'umana nostalgia, appartenenti all'uno e all'altra, sogni della terra, nei quali la loro anima contaminata si stringe al cielo puro. Sono l'eterno simbolo del viaggiare, della ricerca, del desiderio e della nostalgia. E come pendono pavide, desiderose e caparbie fra cielo e terra, così le anime umane pendono pavide, desiderose e caparbie fra il tempo e l'eternità.
Oh, le nuvole belle, sospese, instancabili! Ero fanciullo, ignorante, e le amavo, le guardavo e non sapevo che anch'io sarei passato come una nuvola attraverso la vita, migrando forestiero dappertutto e sospeso fra il tempo è l'eternità.

— Hermann Hesse, Peter Camenzind

0 commenti:

Posta un commento