14 giugno 2016

Secondo me

Secondo me quando le donne ci amano non amano proprio noi… forse una proiezione, un sogno, un’immagine che hanno dentro. Ma siamo proprio noi quelli che un bel giorno non amano più”.
Secondo me all’inizio c’è sempre una donna. Per forza.
Secondo me la donna è stato il secondo errore di Dio. Il primo…
Secondo me una donna è donna da subito. Un uomo è uomo a volte prima, a volte dopo. A volte mai.
Secondo me la donna è coinvolta sessualmente in tutte le vicende della vita. A volte persino nell’amore.
Secondo me una donna quando è innamorata imbellisce. Un uomo… rincoglionisce.
Secondo me quando in un salotto non c’è neanche una donna è come recitare in un teatro vuoto. Se invece non ci sono uomini, tra le donne si crea una complice atmosfera di pace. Appena arriva un uomo è la guerra.
Secondo me un uomo che si gloria di iniziare le donne ai misteri dell’amore è come il turista che mostra alla guida le bellezze della città.
Secondo me quasi tutte le prostitute si lamentano del loro mestiere. Quasi tutte le altre si lamentano di essere oneste.
Secondo me per una donna che non ha fortuna in amore non si può usare il termine “sfigata”.
Secondo me un uomo che dice “quella lì la dà via” meriterebbe che a lui le donne non gliela dessero proprio mai.
Secondo me una donna che dice a un uomo con cui sta facendo l’amore “come con te con nessuno” andrebbe comunque arrestata per falsa testimonianza.
Secondo me una donna è una puttana quando fa l’amore per interesse. Quando lo fa perché le piace… non c’è la parola.
Secondo me la donna raggiunge raramente la sua pienezza sessuale. Ma quando questo accade l’uomo si sente… nessuno. Praticamente un omino.
Secondo me gli uomini si occupano del potere sulle cose, le donne del potere sulle persone. Questa è seria.
Secondo me gli uomini amano al servizio di un bisogno, le donne al servizio di un’idea, di un progetto, di un piano. Lei ti guarda e pensa: “Gli occhi ce li ho belli io, i denti anche. Il naso, i capelli, il viso… va bene il mio. Ecco, la testa, quella ce la mette lui. Sarà un figlio stupendo”. Dovrebbero pagarla le donne quella scopata lì. È un servizio sociale.
Secondo me da quando le donne usano gli anticoncezionali, agli uomini mancano le regole.
Secondo me la donna è l’unica cosa che ci resta quando si ha la sfortuna di non essere omosessuali.
Secondo me la donna può essere un surrogato utile della masturbazione.
Naturalmente ci vuole più fantasia.
Secondo me qualche volta le donne cercano di conquistare gli uomini più con le loro capacità mentali che non con quelle corporali. E lì ci vuole ancora più fantasia.
Secondo me il primo maschilista è stato Dio che per venire in terra si è fatto “uomo”. Comunque io, se fossi stato Dio, dopo aver fatto la donna non so se l’avrei firmata.
Secondo me oggi se una donna fa la madre di famiglia rinunciando a lavorare sbaglia. Se lavora e rinuncia a fare la madre di famiglia sbaglia. Se cerca di lavorare e di fare contemporaneamente la madre di famiglia sbaglia. Sbaglia comunque. L’uomo invece non sbaglia mai. Sono secoli che sa quello che deve fare. È per questo che è sempre più intronato.
Secondo me le donne sono una grande aristocrazia. Non c’è popolo tra di loro. Eh sì. perché le donne tra di loro non riconoscono la gerarchia. Se una schiava fa innamorare il suo re la schiava diventa regina, e la regina chiede gli alimenti.
Secondo me una donna che si offre sessualmente a un uomo ed è respinta rimane sconcertata. Non ci può credere. Il primo pensiero è che l’uomo sia omosessuale, ma questa versione in genere non regge. E allora pensa: “E già, lui si difende… ha paura di essere troppo coinvolto emotivamente… oppure si sente bloccato dall’eccessiva eccitazione… Chissà ?…” Il fatto che lei possa non piacere è un’ipotesi che non può assolutamente prendere in considerazione.
Secondo me una donna che non sa essere anche brutta non è bella.
Secondo me quando le donne ci amano non amano proprio noi… forse una proiezione, un sogno, un’immagine che hanno dentro. Ma siamo proprio noi quelli che un bel giorno non amano più.
Donna: L’angelo ingannatore. L’ha detto Baudelaire.
Donna: Il più bel fiore del giardino. L’ha detto Goethe.
Donna: Femmina maliarda. L’ha detto Shakespeare.
Donna: Sei tutta la mia vita. L’ha detto un mio amico ginecologo.
Secondo me gli uomini hanno la vanità di essere il primo amore di ogni donna. Le donne che hanno un istinto più raffinato vogliono essere l’ultimo amore di ogni uomo. È per questo che il mondo è pieno di vedove.

(Gaber 96-97, Stesura originale dello spettacolo)

0 commenti:

Posta un commento