20 agosto 2016

Mario Luzi

il sabato poesia

Da dove ci chiamano i rimorsi?
assenza,
assenza non sa il cuore di chi
né di che ima
perdutissima sostanza.
Sa solo che è incolmabile
quel vuoto, quella lacuna
non fosse il dilagare,
talora, d’una fervida
celestiale sovrabbondanza.

0 commenti:

Posta un commento