10 settembre 2016

Torquato Tasso

il sabato poesia

Ape

Un’ape esser vorrei,
donna bella e crudele,
che sussurrando in voi suggesse il mèle;
e, non potendo il cor, potesse almeno
pungervi il bianco seno,
e ’n sì dolce ferita
vendicata lasciar la propria vita.

0 commenti:

Posta un commento