4 marzo 2017

Resurrezione

È comune e molto diffusa superstizione che ogni essere umano abbia talune qualità definitive, che noi siamo buoni o cattivi, intelligenti o stupidi, energici o passivi, e così via. Ma gli uomini non sono fatti così. Possiamo affermare che un dato individuo è più spesso buono che cattivo, più spesso intelligente che stupido, più spesso energico che passivo e viceversa, ma sarebbe inesatto affermare che un singolo individuo è semplicemente buono o intelligente, cattivo o stupido. Ma noi siamo abituati a classificare così gli uomini, e questo è sbagliato. Gli esseri umani sono come i fiumi; l'acqua che scorre in tutti loro è in ogni caso la stessa, ma ogni fiume è stretto in un punto, in un altro largo, talvolta calmo e chiaro o freddo, talvolta torbido e un'altra volta, invece, caldo. Ed esattamente così sono gli uomini. Ognuno di essi ha in sé il germe di tutte le qualità umane, tutti si manifestano in tempi diversi, e spesso egli si comporta in modo da essere giudicato senza carattere, e tuttavia è sempre la stessa persona.

— Lev Tolstoj

0 commenti:

Posta un commento