11 maggio 2017

Non

Non sono ateo e non credo di potermi definire panteista.
Siamo nella stessa posizione di un bambino che entra in una enorme biblioteca piena di libri in molte lingue. Il bambino sa che qualcuno deve aver scritto quei libri. Non si sa come. Non si comprendono le lingue in cui sono scritti. Il bambino sospetta vagamente un ordine misterioso nella collocazione dei libri, ma non sa quale sia. Questo, mi pare, è l'atteggiamento anche del più intelligente degli esseri umani nei confronti di Dio.

— Einstein

0 commenti:

Posta un commento