12 giugno 2017

Il rumore sottile della prosa

Segretamente sono convinto che l’acqua venga prodotta, dirò meglio generata dal rubinetto, che l’interruttore sia il padre della luce, che il numero di telefono sia una formula pitagorica con cui posso evocare l’esistenza altrui. Sono convinto che i programmi radio – non oso neppure pensare alla televisione – siano delle cose messe dentro ad un filo da una parte, e tirate fuori dall’altra. Credo sia chiaro che la scienza non possa ragionevolmente attendersi da me preziosi contributi.

— Giorgio Manganelli

2 commenti:

Gingi ha detto...

Geniale il Manganelli ;-))

Gingi ha detto...

Geniale il Manganelli ;-))

Posta un commento