13 gennaio 2018

Mario Novaro

il sabato poesia

Luna

Con tremula nebbia d'argento
luna
riempi riveli i miei colli
Sciogliesi l'anima
e si abbandona ai ricordi
Il presente
come un sogno
nella nebbia mi sfuma
Ritornano volti
che non sono più.

Mario Novaro (da Murmuri ed echi, 1912)

0 commenti:

Posta un commento