14 aprile 2017

Cosa significa una fiaba per un bambino?

David Grossman: Il potere di una storia. Ricordo la forza magnetica per me di una favola, il registro della voce che cambia in chi legge, e rammento come sentir raccontare anche di un cane mi portasse a un altro livello, non realistico, ma nemmeno confuso, sconnesso. Perché ai bambini piace attivare l'organo metafisico dell'immaginazione e superare ogni frontiera mentre il padre o la madre li portano con la parola da qualche altra parte: insieme si prende a volare, ma al tempo stesso si è protetti. Ed è importante perché la loro mente è ancora caotica, non sa bene la differenza tra sogno e realtà: con la fiaba si entra nei sogni e li si accompagna, allargando l'esperienza della vita. E poi una storia legittima quasi sempre uno humour che non sempre è usato dagli adulti, un'altra dimensione in cui entrare e sorridere.

— “Crescere oggi è più dura, servono più favole”, Susanna Nirenstein intervista David Grossman, La Repubblica 18 novembre 2016"

0 commenti:

Posta un commento